Rischi ed Etica Sanitaria

Il presidente della commissione  “Rischi ed Etica-Sanitaria” dott. Belli è stato nominato membro del Comitato di indirizzo e controllo dell’Agenzia regionale di sanità della Toscana.

Questa nomina ha permesso alla commissione etico-sanitaria di effettuare un’attività più incisiva ed efficace all’interno dell’ARS, ovvero dell’ente di consulenza e supporto scientifico in ambito socio-sanitario sia per la Giunta che per il Consiglio regionale della Toscana.

  https://www.ars.toscana.it/it/agenzia.html

Il Comitato di indirizzo e controllo esercita, infatti, le funzioni di indirizzo dell’attività dell’agenzia e in particolare:

– approva, su proposta del direttore, il programma annuale e pluriennale di attività,
– approva la relazione annuale di attività,
– valuta, anche sulla base della relazione annuale del direttore, lo stato di attuazione del programma di attività e propone indirizzi operativi utili a garantire un migliore raggiungimento degli obiettivi.

https://www.ars.toscana.it/it/agenzia/struttura/62-organizzazione/1131-comitato-di-indirizzo-e-controllo.html )

 


L’11/03/2016 alla Camera dei Deputati, si è tenuto il convegno

“IL DIRITTO DI VIVERE NEL CROCEVIA DELLA SALA PARTO”

un incontro con i ginecologi romani per parlare della gestione delle complessità che si presentano in sala parto e, in particolare, della necessità di una competenza sempre più avanzata per tutelare la vita umana e il suo diritto a ricevere le migliori cure possibili fin dal primo momento.

L’incontro ha messo al centro della discussione il Piano Nazionale Fertilità, il processo di formazione in sala parto e il nascere in sicurezza.

E’ stato invitato ad aprire i lavori il Ministro Beatrice Lorenzin e durante la mattinata sono intervenuti rettori, professori e membri della società scientifica “Ginecologi Universitari e Ginecologi Ospedalieri”.

http://allevents.in/rome/il-diritto-di-vivere-nel-crocevia-della-sala-parto/1053626804676078

 


Il continuo aumento dei Rischi Sanitari comporta la necessità di pensare ad un nuovo modello di sanità, che tenga conto della qualità dei dati statistici, dell’organizzazione del lavoro dei sanitari, della gestione dei rapporti con i pazienti, della redazione e del corretto impiego dei protocolli, in una prospettiva di autentica tutela della salute.

L’ANIA (Associazione Nazionale Imprese di Assicurazione) ha pubblicato un dossier sulla malasanità dal titolo ” MALPRACTICE, il grande caos ” ( Leggi Dossier Ania malpractice il grande caos )

Il Parlamento Europeo per migliorare la sicurezza del paziente in data 19 maggio 2015 ha varato una risoluzione dal titolo ” UN’ASSISTENZA SANITARIA PIU’ SICURA IN EUROPA” ( Leggi Assistenza sanitaria in Europa )


Operatori del settore, esperti e autorità si sono confrontati sul RISCHIO SANITARIO nel primo forum che si è tenuto a Firenze venerdì 27 marzo 2015 presso l’Auditorium della Regione Toscana, Palazzo Panciatichi, Via Cavour, 4.


Il 21 marzo 2016 la Commissione Rischi ed Etica Sanitaria è stata audita in Senato alla XII Commissione Igiene e Sanità sul ddl 2224 ( responsabilità professionale personale sanitario).

La documentazione è disponibile all’indirizzo  

http://www.senato.it/Leg17/3690